AkzoNobel prende parte allo storico progetto Hudson Yards di New York

AkzoNobel prende parte allo storico progetto Hudson Yards di New York

Hudson Yards, che sta cambiando lo skyline della città più famosa del mondo con i suoi 6 grattaceli e il centro culturale "The Shed", ha raggiunto il suo ultimo traguardo.

Da considerarsi il più grande e complesso sviluppo immobiliare privato nella storia degli Stati Uniti, il nuovo quartiere di Manhattan ha recentemente visto il completamento delle due torri 10 Hudson Yards (o South Tower) e 30 Hudson Yards. Quest'ultima consiste in un imponente edificio in vetro e acciaio più alto anche dell'Empire State Building, la cui struttura è stata protetta con una finitura metallizzata di pregio della gamma Interpon D3000 Fluromax ad elevate prestazioni.

Una particolarità della torre 30 Hudson Yards è la terrazza panoramica che verrà aperta al pubblico nel 2020 e che diventerà la più alta dell'emisfero occidentale: i visitatori potranno godere della vista sulla città da un'altezza di 335 metri.

AkzoNobel ha potuto contribuire a questo importante progetto fornendo i prodotti ad elevate prestazioni della gamma Interpon D per architettura, già utilizzati sugli edifici circostanti: 50 Hudson Yards e 35 Hudson Yards, One Vanderbilt, 425 Park Avenue e l'Essex Building.

"Abbiamo una lunga esperienza nella fornitura di rivestimenti per edifici iconici in tutto il mondo e siamo entusiasti di essere stati coinvolti nello sviluppo di Hudson Yards", spiega Daniela Vlad, Powder Coatings Managing Director di AkzoNobel, "Siamo grati che i Clienti apprezzino la nostra capacità di fornire vernici in polvere di altissima qualità e di soddisfare qualsiasi richiesta specifica , non importa quanto esigente essa sia."